Logo Blue Italy

Blue Italy / Ufficio stampa e Brand Journalism

CLIENTE

Blue Italy è un gruppo internazionale di ricerca, sviluppo e produzione innovativa di tessuti, pellami e materiali plastici utilizzati nei settori abbigliamento, accessori, arredamento e automotive. Blue Italy si è affermata lavorando per le grandi maison della moda: da Bikkemberg a Burberry, da Costume National a Fendi, da John Galliano a Hogan, da Malibu a Frank Morello, da Vionnet a Louis Vuitton, da Versace a Tod’s, per citarne solo alcune. Creatività e ricerca i punti di forza di Blue Italy.

Nei laboratori dell’azienda, fondata nel 2013 da Cinzia Di Zio, si lavorano i materiali con laser, ultrasuoni, stampa 3D ed altre lavorazioni tecniche. Durante il primo lockdown la titolare ha sfruttato la tecnologia e i materiali che facevano parte del know-how, realizzando un prodotto nuovo e innovativo: mascherine di poliuretano tagliate a laser, trasparenti e non. Il successo dell’iniziativa ha permesso alla Blue Italy di restare aperta e di non ricorrere agli aiuti di stato. 

OBIETTIVI

Raccontare la filosofia “blue economy” dell’azienda: l’idea di trasformare il materiale già presente in magazzino in un prodotto utile al mercato, ma soprattutto all’ambiente, in quel momento gravato dall’uso di milioni di mascherine usa e getta.
Raccontare la scelta vincente di puntare su dispositivi di protezione dall’alto valore tecnologico e innovativo, con la creazione del marchio Technomask, attraverso il quale Blue Italy ha dato vita a una nuova generazione di mascherine, comprendente il modello di successo Crystal, la mascherina total trasparent.
Infine raccontare i riconoscimenti ottenuti dall’azienda con due importanti premi nazionali: Il Premio ITWIIN (riservato alle Donne Italiani inventrici e innovatrici, Milano) e il Premio ANGI (Associazione nazionale giovani innovatori, Roma).

ATTIVITÀ SVOLTA

La strategia di comunicazione messa in atto per il cliente da IMP L’Editoria ha incluso 

  • un articolo di brand journalism per raccontare agli stakeholder la vision e la mission dell’azienda attraverso la storia e le idee della sua fondatrice; 
  • un comunicato stampa con annesso ufficio stampa nazionale per far conoscere la produzione di mascherine Techomask di Blue Italy, e in particolare il modello trasparente Crystal;
  • un redazionale sull’attività dell’azienda pubblicato sul magazine i404, che ha come focus il cambiamento, la sostenibilità e i goals dell’Agenda 2030.
  • attività di ufficio stampa su media locali zona Abruzzo e media nazionali su tematiche dell’innovazione ed inclusione, per veicolare l’assegnazione del premio ITWIIN, dedicato alle donne innovatrici.

RISULTATI OTTENUTI

Ampia la visibilità data da testate on line regionali e nazionali, mentre un’intervista video alla titolare del gruppo Blue Italy è andata in onda sul tg di un’emittente privata. 

Grazie all’idea tecnologica ed inclusiva alla base delle mascherine trasparenti Crystal a Cinzia Di Zio è stato assegnato un premio dall’Associazione nazionale donne inventrici e innovatrici ITWIIN (18 novembre 2020).
L’attività di ufficio stampa a cura di IMP L’Editoria, tesa a dare diffusione del riconoscimento, ha portato il caso all’attenzione di un altro concorso con relativo premio da parte dell’Associazione nazionale giovani innovatori ANGI (gli Oscar dell’Innovazione, 4 dicembre 2020). 

Sue interviste sono andate in onda su Radio uno (programma “L’Italia che va”), Radio News 24 e Medicina 24.


CATALDI - UFFICIO STAMPA

Cataldi Madonna

Cataldi Madonna, l’azienda con sede nel “Forno d’Abruzzo”, l’altopiano di Ofena ai piedi del ghiacciaio del Calderone, all’interno del massiccio del Gran Sasso, è un’azienda storica, ma dinamica, che nel 2020 ha compiuto i suoi primi 100 anni.

ufficio stampa

Distryct

Il Distryct, il nuovo e innovativo spazio di lavoro e di incontro a Mosciano Stazione, in provincia di Teramo, è un progetto nato e portato avanti da parte del Gruppo Immedya, in particolare dalla divisione IMP L’Editoria.

VIDEO - food & wine

Caseificio Del Mastro

Il Caseificio f.lli Del Mastro, a Sant’Eufemia a Majella, oggi in mano a Elisa e Lorenzo, i nipoti del fondatore del caseificio, Crescenzo Del Mastro, lavora il formaggio come una volta (l’attività ha aperto nel 1956), con una tecnica artigianale.

METTITI IN CONTATTO CON NOI


Vuoi chiederci un preventivo, prendere un appuntamento, saperne di più?
Siamo a tua disposizione.

Contattaci